Tempo di lettura:5 Minuti

Le festività natalizie non saranno proprio “normali” nel senso di “come erano prima della pandemia”. Ma sicuramente saranno meno limitate e tristi di quelle dell’anno scorso.

Nonostante le restrizioni infatti è possibile fare tantissime cose che l’anno scorso non erano permesse, come ad esempio recarsi in un museo, assistere a uno spettacolo o andare al ristorante. Sicuramente nelle città d’arte non c’è la consueta folla di turisti, ma qui a Firenze si respira comunque un’aria natalizia e devo dire che la città sta facendo di tutto per offrire il meglio a chi si trova a trascorrere il Natale nei paraggi.

Cercherò di farti un breve riassunto di un po’ di cose interessanti da fare/assaggiare durante le festività natalizie.

Luci e installazioni luminose

Già da qualche anno Firenze si è allineata con altre città europee e organizza una sorta di festival invernale dedicato a luci e video-installazioni o video-mapping. La città “si accende” e alcuni monumenti e aree della città cambiano magicamente aspetto, anche solo per qualche ora.

F Light 2019
Immagine di un videomapping dell’edizione 2019

F-light Festival – questo il nome della manifestazione – va in scena tutte le sere dalle 17:30 fino alle 24. Puoi consultare tutti i luoghi coinvolti sul sito ufficiale , ma io ti consiglio di cominciare dal videomapping che colora il Ponte Vecchio. Già che ci sei dai uno sguardo anche a cosa viene proiettato sul vicino Museo Galileo.

In occasione di F-Light Festival 2021 saranno anche organizzate iniziative culturali, tra le quali ti segnalo:

  • WONDERFUL! Si tratta di una mostra organizzata fino al 22 Gennaio all’interno della Sala d’Arme di Palazzo Vecchio. La mostra permette di ammirare i lavori selezionati in occasione del premio Wonderful!, dedicato agli artisti italiani contemporanei under 40. Le opere esposte sono degli artisti Binta Diaw, Riccardo Giacconi, Marco Giordano e Margherita Rasi.
  • Percorsi a lume di torcia: durante il periodo natalizio sarà possibile visitare Palazzo Vecchio, Santa Maria Novella e il Museo Barditi con visite serali “a lume di torcia” (per costo, modalità di prenotazione ed eventuali restrizioni puoi sempre consultare l’area dedicata sul sito oppure scrivere a info@musefirenze.it).
  • Se ti capita di muoverti fuori dal centro tieni gli occhi aperti, anche fuori dal centro vedrai alcune illuminazioni spettacolari, ad esempio attorno allo Stadio Artemio Franchi.
  • Non è un’installazione, ma sicuramente fa molta luce la nuovissima ruota panoramica che svetta alla Fortezza da Basso – pare che sia la più alta d’Italia. Puoi anche pattinare nella pista adiacente.

Arte e cultura a Firenze durante le feste

Il settore culturale ha ripreso da alcuni mesi a lavorare a pieno ritmo, o quasi. Le occasioni per visitare mostre e musei non mancheranno. Tra le cose più interessanti ti segnalo:

Un goccio di gin (ma fiorentino)

Se vuoi fare una pausa tra una mostra, un concerto e una passeggiata tra le vie illuminate, ti suggerisco un posto in centro che fa al caso tuo. Si tratta dell’ultimo locale aperto da Ditta Artigianale in via Carducci 2R, zona S. Ambrogio (i primi due li trovi nella centralissima Via de’ Neri e in oltrarno, in Via dello Sprone). Ti suggerisco Ditta Artigianale perché oltre a offrire una selezione di cibo e bevande di qualità ha anche spazi all’aperto (riscaldati), che permettono la consumazione un pasto anche a chi in questo periodo non si sente a suo agio negli spazi chiusi.

Ditta Artigianale è famosa per il suo caffè, preparato in tantissime modalità diverse, e per la cura che dedica alla scelta delle miscele e/o dei caffè mono-origine, instaurando rapporti diretti con i coltivatori con particolare attenzione alle piccole produzioni di eccellenza.

La selezione Christmas Edition 2021 include quest’anno un caffè proveniente dall’India: si chiama “Thogarihunkal” ed è uno specialty coffee proveniente da una piantagione che utilizza metodi biologici con l’obiettivo di rispettare e mantenere la ricchezza del suolo. La coltivazione senza fertilizzanti e l’essiccazione al sole dei chicchi danno al caffè un gusto unico caratterizzato da bassa acidità, un sapore non troppo complesso con note speziate e di cioccolato che lascia in bocca una nota amara.

In occasione del Natale puoi anche abbinare al caffè una fetta di panettone artigianale al Gin “Peter in Florence”: questo progetto nasce dalla collaborazione tra il gin made in Tuscany Peter of Florence e lo storico Forno Brisa di Bologna. Il risultato è un panettone soffice, arricchito dalle note di uno dei Dry Gin più apprezzati.
Peter of Florence è un Dry Gin creato in una micro-distilleria sulle colline vicino a Firenze, aggiornando una tradizione consolidata nella produzione di questo distillato. La particolarità di Peter of Florence è l’uso dell’Iris – radice e petalo – come ingrediente, insieme ad altre piante tipiche del territorio, oltre al famoso ginepro toscano, apprezzatissimo per la produzione di gin di tutto il mondo.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ForteBelvedere view tonemapped Previous post Firenze nascosta: 5 luoghi fuori dagli itinerari turistici