Tempo di lettura:3 Minuti

Il luoghi dello speciale Pirano e Portorose

Ho cercato di riassumere i luoghi che ho visitato in vari post, che trovate qui di seguito:

Pirano torre tonemapped 1
Torre della Chiesa di San Clemente, Pirano (Foto: Caterina Chimenti / Lonely Traveller, licenza CC 2.0)

Partendo da piazza Tartini ci si può addentrare nel centro di Pirano, partendo dalla parte più antica, la cosiddetta “punta”: questo è il luogo del primo insediamento di pirano, all’epoca poco più di un villaggio affaciato sul mare. Una piccola porzione delle antiche mura è ancora visibile sul lungomare, procedendo sul lato sud della punta. Su questo tratto del lungomare ci sono moltissimi bar, caffé e ristoranti dove ammirare il tramonto alla sera.

Sulla cima della punta vedrete la bella torre in stile gotico veneziano della chiesa di San Clemente, o “della salute”. Da qui potrete addentrarvi tra le strade tortuose del centro, tra le quali si aprono piccole piazze. Le strade sono veramente strette in questa parte della città, mentre man mano che attraverserete le parti più recenti noterete che le strade si allargano notevolmente.

Per avere una vista d’insieme del centro di Pirano la cosa migliore è però salire su per le ripide stradine che conducono verso la collina che sovrasta la città: sulla strada è possibile visitare alcune tra le molte chiese del centro, testimonianza della ricchezza delle famiglie patrizie Piranesi: in particolare merita senza dubbio affacciarsi nella piccolissima chiesa quattrocentesca della Madonna della Neve, una cappella minuscola ma ricchissima nelle sue decorazioni.

Nei pressi troverete il convento dei frati Minori e la chiesa di San Francesco: qui sono sepolte molte delle famiglie importanti che hanno fatto la storia di Pirano, tra cui la famiglia Tartini (ma non il compositore che è sepolto a Padova).

Pirano view alto tonemapped 1
Pirano vista dall’alto delle mura di cinta (Foto: Caterina Chimenti / Lonely Traveller, licenza CC 2.0)

Infine sulla sommità del colle è situato il Duomo dedicato a San Giorgio, con il suo imponente campanile seicentesco: da qui potrete anche godervi un panorama mozzafiato sulla città e sul mare Adriatico – con il bel tempo è possibile vedere tutta l’Istria, fino a Trieste.

Pirano tramonto tonemapped 1
Il mare di Pirano al tramonto (Foto: Caterina Chimenti / Lonely Traveller, licenza CC 2.0)

Scendendo nuovamente verso la parte bassa della città, dopo aver percorso altri stretti vicoli vi troverete molto probabilmente in una delle piazze più belle di Pirano: la cosidetta “Piazza Vecchia” o Piazza I Maggio. Questa piazza era infatti il punto centrale del vecchio rione della Punta, e per questo la maggior parte delle strade confluiscono qui. La piazza è composta da una piattaforma leggermente rialzata al centro della quale si trova un pozzo. In realtà non si tratta di un pozzo qualunque ma di una cisterna per la raccolta dell’acqua piovana.

Pirano piazza cisterna 1
Pirano, piazza della Cisterna (Foto: Caterina Chimenti / Lonely Traveller, licenza CC 2.0)

Una cisterna infatti poteva essere estremamente utile per una città che si trovava per la maggior parte circondata dal mare e che per la sua posizione ha subito diversi assedi e attacchi dall’entroterra. Inoltre il fiume più vicino, il Dragogna(Dragonja) si trova a più di 5 Km dal centro e anticamente portare l’acqua dolce da una distanza simile era un compito piuttosto faticoso. Un sistema di tubi, di cui oggi possiamo vederne solo uno a scopo dimostrativo, sostenuti dalle statue posti ai 4 angoli avevano lo scopo di convogliare l’acqua piovana dalle grondaie  poste sui tetti degli edifici circostanti direttamente dentro la cisterna.

466
In senso orario: caffé e ristoranti su uno dei lati della Piazza I maggio, un dettaglio della piazza e un dettaglio di un tubo che anticamente convogliava l’acqua piovana verso la cisterna.

Sulla superficie della cisterna oggi ci sono sedie e tavolini a disposizione di chiunque voglia sostare per riposarsi, chiacchierare o giocare a carte. Intorno potrete trovare vari ristoranti, tra cui sul lato sinistro due locali molto economici e frequentati prevalentemente dai piranesi: una piccola friggitoria che serve buonissimi piatti di pesce fresco e un’osteria che serve vini locali e salumi del carso a prezzi popolari.

pirano fritto calamari 1
Un piatto di fritto misto servito in uno dei locali adiacenti la piazza (Foto: Caterina Chimenti / Lonely Traveller, licenza CC 2.0)

 

59c54cf2124c9de7cf004562e52036cc?s=400&d=mm&r=g

A proposito dell\\\\\\\\\\\\\\\'autrice

lonelytraveller

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post Il centro storico di Pirano – parte 1/2
Pirano saline sicciole tonemapped Next post La magia delle saline di Sicciole, Slovenia