Tempo di lettura:2 Minuti

Come avevo annunciato a Dicembre ho provato il servizio di Wimdu in occasione della mia trasferta romana per partecipare al Travel Blogger Elevator.

Ricapitolando: dato che avevamo solo due giorni di tempo abbiamo scelto un posto che fosse vicino alla zona di Roma Termini, dove si svolgeva l’evento. In questo modo gli spostamenti sarebbero stati più semplici (per fortuna, visto che ci siamo trovate nel bel mezzo dell’emergenza neve, anche se la situazione non era disastrosa come il week-end precedente!). Abbiamo quindi fatto una semplice ricerca per appartamenti economici nel centro di Roma (http://www.wimdu.it/roma). Noi abbiamo scelto un appartamento in affitto, senza alcun tipo di servizio incluso (quindi niente B&B).

300L’appartamento che abbiamo scelto si trova nel quartiere S. Lorenzo e si chiama Casina dei Sogni. Devo dire che mai nome fu più azzeccato: si tratta infatti di un monolocale delizioso situato all’interno di un cortile privato e arredato con attenzione ai dettagli. Insomma, appena entrata ammetto di aver provato un po’ di invidia perché onestamente mi piacerebbe essere la proprietaria di un posticino così. Il monolocale è perfetto per due persone che possono dividersi lo spazio comodamente, anche se è possibile avere altri due posti letto.

A parte l’arredamento – a me è piaciuto, ma il gusto è soggettivo – siamo rimasti colpiti dalla pulizia, veramente impeccabile, sinceramente nemmeno in molti alberghi non si raggiungono questi standard.

Ho anche apprezzato molto la posizione: anche se ci si trova in mezzo a uno dei quartieri più vivaci essendo in un cortile interno di cui solo i proprietari hanno la chiave garantisce non solo la massima privacy e sicurezza ma anche una certa tranquillità.

I proprietari sono stati veramente disponibili: Raffaella conosce molto bene il quartiere e ci ha dato le indicazioni per orientarci e soprattutto dove mangiare; abbiamo provato su sua indicazione la Trattoria da Marcello (Via dei Campani) e non ce ne siamo pentite visto che abbiamo potuto gustare la cucina romana in un ambiente decisamente non da turisti.

Unica pecca: complice il gelo polare dello scorso week-end che non è certo tipico del clima romano, il riscaldamento dell’appartamento non era sufficiente. Non che si congelasse, ma qualche grado in più ci avrebbe fatto comodo, ma occorre appunto tenere in considerazione che si trattava di condizioni eccezionali. L’abbiamo fatto presente ai proprietari che comunque hanno accolto il nostro feedback e ci hanno risposto con grande cortesia. In compenso il monolocale è dotato di tutti i comfort, compresi dei caldissimi piumini e una utilissima macchinetta del caffé per concedersi una bevanda calda prima di cominciare la giornata.

In conclusione la formula “travel like a local” di Wimdu per me ha funzionato. L’appartamento scelto rispondeva alle aspettative e alla descrizione che era presente sul portale, i prezzi e le condizioni erano chiare e gli accordi sono stati rispettati senza alcuna sorpresa. Della fase di prenotazione ho già scritto nel post precedente, mentre non ho avuto motivo di contattare il Customer Care – ma questo è un bene! – quindi non posso dire nulla su questo servizio, però partire sapendo di avere un numero da contattare in caso di bisogno è sicuramente una tranquillità in più.

 

59c54cf2124c9de7cf004562e52036cc?s=400&d=mm&r=g

A proposito dell\\\\\\\\\\\\\\\'autrice

lonelytraveller

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post Pinterest: ispirazione per i viaggiatori
Next post Un libro e un’intervista: Marrakech dietro le antiche porte