Tempo di lettura:5 Minuti

Ecco qualche consiglio per chi ha deciso di visitare Berlino ma, come è capitato a me, ha solo pochi giorni a disposizione.

Il materiale di Visit Berlin

Prima di tutto, viste le dimensioni della città e la quantità di cose da vedere e da fare, è indispensabile organizzarsi in anticipo. Il mio suggerimento è quello di visitare il sito ufficiale di promozione turistica della città, Visit Berlin e magari seguire il loro account twitter o la pagina ufficiale su Facebook, visto che la comunicazione di questo ente è veramente a 360°. Il sito ha una sezione in italiano e comprende tutte le informazioni principali per organizzare il viaggio. Questo portale è aggiornato frequentemente, quindi potete trovare info su tutti gli eventi in programma (mostre, spettacoli, festival,ecc.) e anche sulle strutture ricettive.

Appena arrivati a Berlino il mio consiglio è quello di recarsi presso uno dei punti di informazione turistica, dove potrete trovare alcune mini-guide utilissime per selezionare i posti che volete visitare: i due punti di info turistiche più comodi sono probabilmente quello vicino alla Brandeburger Tor (Porta di Brandeburgo) e all’interno della Hauptbhnof (Stazione Centrale).

209In particolare ho trovato piuttosto utile la guida Going Local in Berlin! (non ne ho trovata una versione italiana, quindi faccio riferimento alla versione inglese) che fornisce degli itinerari cittadini basati sulle particolarità dei singoli distretti e quartieri. Si tratta di una formula interessante per chi non è mai stato in una capitale così grande, perché oltre a raggruppare le informazioni su base geografica, permette anche di decidere in base ai propri gusti: creatività, vivacità e diversità culturale a Friederichshhain-Kreuzberg, shopping e monumenti nel Mitte, atmosfera rilassata e cibi bio a Pankow, ecc.
Per ogni distretto sono indicati i posti migliori dove mangiare, i locali più interessanti e anche i mercati. Scegliete questa mini-guida se siete interessate all’atmosfera della città e ai mille stimoli che può offrire piuttosto che ai musei e ai monumenti.

Se invece state pianificando un soggiorno dedicato ad Arte e Cultura, c’è una brochure molto ben curata dedicata a musei e palazzi (io l’ho trovata in versione bilingue inglese-tedesco: Museen und Schlösser/Museums and Palaces) che comprende oltre a tutte le info su orari e costi dei biglietti, anche gli highlights delle principali mostre in calendario nell’anno in corso. Se comunque come me non parlate tedesco, vi consiglio prima di pagare il biglietto per qualunque mostra, di verificare che le didascalie delle opere e il materiale per i visitatori sia disponibile in Italiano: io per esempio ho dovuto richiedere un’audioguida per la mostra Tür an Tür. PolenDeutschland. 1000 Jahre Kunst und Geschichte (“Fianco a fianco. Polonia – Germania. 1000 anni di Arte e Storia”), per la quale erano previste didascalie solo in Tedesco e Polacco, nonostante si trattasse di un’esposizione di livello internazionale.

Infine appena arrivati munitevi di uno dei pass per i trasporti: la Welcome Card, che permette ai turisti di sfruttare qualunque mezzo pubblico: infatti a Berlino potete scegliere tra metropolitana (U-Bahn), treno (S-Bahn), tram e bus, e il costo del biglietto senza alcuna agevolazione non è propriamente economico. La Welcome Card è acquistabile presso gli uffici di informazione turistica ma anche presso le stazioni ferroviarie (anche dai distributori automatici) e il suo prezzo varia in base ai giorni e ai settori di validità (nella versione che comprende le aree A, B e C della città copre i viaggi fino a Potsdam e ai due aeroporti della di Tegel e Schönefeld).

App e risorse web per visitare Berlino

Come per quasi tutte le capitali occidentali una delle app più utili da usare durante un soggiorno a Berlino è sicuramente Four Square, per rintracciare i posti più popolari in base alla vostra posizione e i relativi commenti degli utenti. Grazie a Four Square ad esempio ho trovato un ottimo caffé vicino al mio albergo, che probabilmente non avrei trovato in altri modi.

Un’altra app da installare assolutamente è Wi-fi Finder (iPhone e Android): in molti punti della città troverete hot spot gratuiti: ad esempio se vi trovate in Potsdamer Platz, presso il Sony Center, scoprirete che potete navigare con il vostro smartphone senza problemi. Se invece non potete usare Wi-fi Finder o un’altra app simile, potete trovare una mappa degli hotspot (gratuiti e non) sul sito hotspot-locations.de (in tedesco e inglese) dove potete cercare un hotspot in base alla vostra posizione e al tipo di luogo (caffé, ristorante, parco, ecc.).

I blog, e i siti web in generale, sono uno strumento prezioso per ottenere informazioni su locali e ristoranti. In particolare ho trovato abbastanza utili i seguenti siti:

[well type=”” class=”yellow”]

Aggiornamento Maggio 2015: Le app essenziali per Berlino, una lista aggiornata di app compilata dal blog italiano di Wimdu, che vi permetterà non solo di scoprire la città, ma anche di viverla; infatti la lista è stata pensata da chi a Berlino ci abita, e quindi contiene alcune “dritte” utili per andare al di là delle attrazioni turistiche e degli orari del metro, con consigli che vanno dall’app per trovare il party dove trascorrere la serata a quella per localizzare la piscina più vicina.

[/well]

  • Cafe Kultur Berlin (in Inglese) è un blog dedicato ai caffé, che a Berlino sono una vera istituzione come in tutte le capitali Mitteleuropee; su questo blog troverete recensioni complete di consigli sulle specialità da provare e i prezzi di ogni locale.
  • Good Food Berlin (in Inglese) un sito amatoriale con moltissime recensioni indipendenti di ristoranti berlinesi, suddivisi per categorie, con informazioni dettagliate non solo su menu e prezzi, ma anche sull’atmosfera del locale;
  • BerlinAndOut è l’unico sito in Italiano che ho trovato in rete con informazioni aggiornate e non banali su questa città così ricca di spunti, idee ed eventi: nell’area blog in particolare troverete molti post dedicati ad aspetti poco conosciuti di Berlino, o a particolari culturali ed artistici piuttosto originali con un punto di vista assolutamente inedito; il sito è creato da due guide turistiche italiane e anche se non ho provato i loro tour posso dire che il loro sito fa venire voglia di prendere il promo volo per Berlino.
  • Time Out Berlin (in Inglese), perché credo che non si possa mai fare a meno dei consigli di Time Out; se volete farvi un’idea delle cose principali da fare/vedere a Berlino vi consiglio l’articolo 20 great things to do in Berlin. [link aggiornato al 24/10/2019: 16 best things to do in Berlin]

Non mi resta che augurarvi buon viaggio e se avete consigli da aggiungere lasciate un commento!

59c54cf2124c9de7cf004562e52036cc?s=400&d=mm&r=g

A proposito dell\\\\\\\\\\\\\\\'autrice

lonelytraveller

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

5 thoughts on “Consigli per un viaggio breve a Berlino

  1. Un sito veramente esaustivo. Grazie, dal momento che, tra 7 giorni, devo andare a Berlino, avere, in anteprima, tutte le info è proprio ciò che ci vuole per non trovarsi “spaesati” e poter visitare al meglio questa meravigliosa città. Grazie, tanti auguri di Buon Natale e felice Anno nuovo 2014 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post L’alternativa all’hotel e al B&B: Roomorama
Next post 31 Ottobre, giornata del Trekking Urbano 2011