Tempo di lettura:1 Minuti

Il Festival del Viaggio, giunto alla sua quinta edizione, fa le valigie e si trasferisce a Firenze dove dal 9 al 12 Giugno si susseguiranno eventi, mostre e incontri dedicati al mondo del viaggio.

Dopo il successo delle passate edizioni e la premiazione come “miglior festival emergente” al Festival dei Festival, Il Milione – ancora una volta con la direzione artistica di Alessandro Agostinelli – si sposta dalla storica sede Pisana per giungere a Firenze, mantenendo però intatto lo spirito della manifestazione che quest’anno è dedicata ai vecchi viaggiatori, agli artisti e agli scrittori che hanno affrontato il viaggio, agli spostamenti sulle vecchie vie religiose, ai nuovi modi di mobilità, turismo ecologico e ospitalità. Anche quest’anno dunque il Festival del Viaggio si occuperà di

raccontare le molteplici filosofie e pratiche del viaggio, per professione o per turismo, con quattro giornate dense di incontri, reading, mostre e spettacoli, tutti a ingresso libero

Logo Festival ViaggioIl programma – visibile e scaricabile in formato pdf sul sito ufficiale – si apre con un omaggio a Fosco Maraini, e prosegue con un palinsesto denso di eventi che si articoleranno in vari luoghi della città: dalle mostre di fotografia agli incontri sui temi del viaggiare, dai reading di letteratura e poesia alla proiezione di documentari, senza dimenticare musica e teatro per animare le notti dei viaggiatori.

Un’ottima occasione quindi non solo per incontrare altri viaggiatori e scambiarsi opinioni e racconti, ma anche per fare un giro per Firenze al di fuori dei soliti itinerari turistici.

59c54cf2124c9de7cf004562e52036cc?s=400&d=mm&r=g

A proposito dell\\\\\\\\\\\\\\\'autrice

lonelytraveller

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “Tutti a Firenze per il Festival del Viaggio 2010

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post Slow Art Day, gustare l’arte lentamente
Next post Wine Town torna a Firenze