Tempo di lettura:3 Minuti

Come annunciato nel post precedente a Firenze è in corso Terra Futura, la mostra-mercato dedicata ai temi della sostenibilità e della responsabilità sociale. Come in ogni evento di questo tipo ci sono stati molti spunti dedicati ai viaggiatori responsabili.

Vagabondando tra gli incontri e gli stand ho notato infatti che si moltiplicano le associazioni e gli enti che si occupano, anche se non in modo esclusivo, di turismo responsabile o sostenibile, come pure di eco-turismo, così come aumentano e si differenziano le offerte degli operatori specializzati, segno che la sensibilizzazione portata avanti in questi anni sta dando i suoi frutti.

La cosa che mi ha colpito è che di anno in anno le iniziative editoriali sul turismo sostenibile e responsabile crescono a vista d’occhio, e non si tratta delle solite guide che si riducono a un elenco di associazioni e luoghi, ma anche e soprattutto di saggi e riflessioni critiche sull’argomento. A volte resta comunque difficile scovare questi testi nelle librerie, dato che sugli scaffali fanno comunque da padrone le guide più blasonate e i classici della letteratura di viaggio. In occasione di eventi come Terra Futura invece è possibile avere una panoramica abbastanza ampia dei prodotti editoriali disponibili.

Tra le varie pubblicazioni in circolazione, mi hanno colpito in particolare alcuni volumi che non avevo avuto ancora modo di sfogliare:

  • Turismo sostenibile, saperi e valori per viaggiatori responsabili (a cura di Anna Buzzetti), non è un libro in commercio, bensì un volume prodotto dallo Sportello EcoEquo del Comune di Firenze disponibile gratuitamente presso lo sportello stesso; si tratta di una pubblicazione prevalentemente a carattere informativo, che fa un po’ il punto della situazione sui temi della responsabilità e sostenibilità applicati al turismo, ed è quindi utilissimo per chi cerca di avvicinarsi a queste tematiche; importante soprattutto il fatto che uno strumento come questo sia stato creato all’interno di un Comune, ancora più importante se pensiamo alla necessità di Firenze di riflettere sul concetto di sostenibilità del turismo;
  • Atlante del turismo sostenibile in Africa (di Lina M. Calandra , Angelo Turco, ed. Franco Angeli), un volume che affronta la questione della sostenibilità dell’industria turistica con un approccio scientifico ma in chiave divulgativa “con l’incisività dell’argomentazione figurativa e del racconto cartografico” (citazione dall quarta di copertina); ho avuto modo di sfogliarlo con calma e mi è sembrato veramente efficace e piuttosto completo, decisamente degno di nota;
  • La nuova guida Vado in Senegal, scritta da Carlo Giorgi e illustrata da Stefano Turconi per i tipi di Terre di Mezzo; come recita il sottotitolo si tratta di una “guida-racconto in 16 itinerari di turismo responsabile”: a metà tra la guida e il taccuino illustrato di viaggio, il libro offre molte indicazioni pratiche per chi si vuole avventuarere in Senegal lontano dagli itinerari dei Tour Operator, alleggerendo il tutto con notazioni personali ed ironiche dell’autore; in particolare questo libro è finito subito sullo scaffale della mia libreria in attesa di un viaggio (a lungo sognato) in Senegal. Se poi come me avete la fortuna di poter acquistare il libro da uno dei tanti venditori di strada di Terre di Mezzo, moltissimi dei quali Senegalesi, allora avrete anche l’occasione di scambiare opinioni di prima mano sulla meta del vostro prossimo viaggio.
  • Sconfinando invece nella letteratura di viaggio ho scoperto una collana veramente molto curata, si tratta di Letteratura da viaggio dell’editore Excelsior 1881, composta per ora da soli 7 titoli, tutti però di un certo spessore: la collezione infatti comprende piccole perle del passato come Carnet dall’U.R.S.S. di Malraux e Mosca, La capitale nel block notes ma anche titoli più recenti come Parigi all’ombra dei padri di Helene Ling, al quale non ho saputo resistere (ma a onor del vero avrei comprato tutta la collezione) e che sarà la mia prossima lettura.
59c54cf2124c9de7cf004562e52036cc?s=400&d=mm&r=g

A proposito dell\\\\\\\\\\\\\\\'autrice

lonelytraveller

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “Appunti di lettura da Terra Futura

  1. Siamo passati di qui, il post è interessante, altrettanto i libri consigliati, ci auguriamo che l’interesse verso il turismo responsabile cresca, fino a cambiare il concetto stesso di turismo.
    Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post Terra Futura 2008
Next post L’arte al tempo del GPS