Tempo di lettura:1 Minuti

Già da tempo sul sito americano di National Geographic è presente un’intera sezione, ben curata, dedicata al turismo sostenibile, ma fino ad ora è stata confinata sul web.

Da pochi giorni però è stata lanciata sul mercato la prima rivista dedicata all’ecologia e alla sostenibilità targata National Geographic: si chiama Green Guide e raccoglie articoli non solo sul turismo ma più in generale su tutto ciò he può essere fatto per rendere la propria impronta ecologica sul pianeta il più “leggera” possibile.

La rivista stessa, pubblicata mensilmente, è stampata su carta riciclata e (cosa più rara) con inchiostri a basso impatto ambientale, cioé senza la dannosa (per l’ambiente) patinatura che invece contraddistingue tutte le edizioni di NG.

Green Guide è per ora disponibile solo in inglese, e può essere acquistata anche in edizione elettronica (perché è meglio limitare il consumo e spreco di carta, sebbene ecologica) al modico prezzo di 12$ per 4 numeri. Per chi invece gestisce un blog o un sito in lingua inglese è anche possibile offrire ai propri lettori gratuitamente alcuni contenuti editoriali. Per chi infine non vuole abbonarsi è sempre possibile consultare il mini-sito tematico Green Guide sempre aggiornato e accessibile dal sito principale di National Geographic. A quando un’edizione in altre lingue?

59c54cf2124c9de7cf004562e52036cc?s=400&d=mm&r=g

A proposito dell\\\\\\\\\\\\\\\'autrice

lonelytraveller

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on ““Green Guide” di National Geographic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post Un ostello “sostenibile”
Next post Arriva Google Transit… in Italia!