Tempo di lettura:2 Minuti

Anzac Day a Melbourne

Il motivo per cui quando viaggio cerco di andare nei posti dove conosco almeno qualche “indigeno” è che in questo modo si può vivere “da locale” almeno in qualche occasione.

Quindi in occasione dell’Anzac Day – festa nazionale molto sentita qui in Australia, commemora i caduti australiani e neozelandesi di tutte le guerre e si tiene il 25 Aprile, data che ricorda la battaglia di Gallipoli, in questa data si celebra in senso lato il sentimento patriottico – ovviamente ho cominciato ad informarmi sulle celebrazioni e su cosa si fa normalmente durante l’Anzac Day.

A parte le parate e la commemorazione ufficiale allo Shrine of Remembrance – impossibile da ignorare dato che entrambe si svolgevano a due passi da casa – con tanto di bande militari e televisioni pronte a immortalare l’evento, una cosa tipica di queste celebrazioni sono i biscotti conosciuti ovunque semplicemente Anzac Biscuits, che si preparano in casa con pochi ingredienti molto semplici. Ovviamente si possono anche comprare al supermarket ma prepararli in casa è ovviamente molto più divertente.

L’origine degli Anzac Biscuits ovviamente risale alla prima guerra mondiale e questo spiega anche la semplicità degli ingredienti (ad esempio non ci sono uova). Ci sono varie teorie in merito: alcuni dicono che si trattava di biscotti distribuiti ai soldati al fronte per “rallegrare” i magri pasti distribuiti nelle trincee, altri sostengono che si tratta di un’invenzione delle massaie australiane che, rimaste a casa, preparavano questi biscotti da spedire al fronte ai loro cari. Qualunque sia l’origine la preparazione è semplicissima e il risultato squisito, quindi non posso non postare la ricetta.

Gli ingredienti sono essenziali:

  • 1 tazza di farina
  • 1 tazza di avena
  • 1 tazza di zucchero di canna
  • 1/2 tazza di burro
  • 2 cucchiai di Golden Syrup o miele
  • 2 cucchiai di bicarbonato
  • 2 cucchiai di acqua bollente

Gli Anzac Biscuits

Per la preparazione: mescolare in una terrina la farina setacciata con l’avena e lo zucchero. Sciogliere il burro insieme al miele o allo sciroppo a fuoco molto basso. Quando il composto risulta omogeneo toglierlo dal fuoco. Sciogliere il bicarbonato in acqua bollente e aggiungerlo al composto di burro e miele/sciroppo e mescolare bene. Lasciare riposare per qualche minuto (nel frattempo il composto dovrebbe lievitare formando una schiuma soffice ma piuttosto compatta). Disporre delle piccole quantità di composto (grandi come una noce) su una teglia ben imburrata, lasciando ampio spazio tra le file e cuocere in forno a 180 gradi per circa 15/20 minuti. Una volta raffreddati i biscotti possono essere conservati a lungo in contenitori ermetici.

59c54cf2124c9de7cf004562e52036cc?s=400&d=mm&r=g

A proposito dell\\\\\\\\\\\\\\\'autrice

lonelytraveller

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post Analogico e digitale
Next post Nomadismo, mobilità e tecnologia