Tempo di lettura:1 Minuti

Dopo ben 11 ore di treno finalmente sono a Melbourne, forse la tappa più importante del mio viaggio, dato che resterò qui circa 3 mesi.

L’arrivo a Melbourne è stato un po’ traumatico, non tanto per la stanchezza ma per l’impatto con i tassisti. Eravamo circa 10 persone stracariche di bagagli, tutti in coda per aspettare un taxi che ci portasse allo stesso ostello (circa 5 minuti in auto, abbastanza vicino quindi). Il primo tassista ci risponde che ci conviene aspettare un tassista con un furgoncino, così possiamo fare il tragitto tutti insieme e risparmiamo (la corsa costa circa 5$, o 3 euro, ndr): ci guardiamo intorno sconsolati e ovviamente non c’è traccia di taxi o taxi-furgoncini e la stazione alle 9 di sera sembra deserta. I seguenti 5 tassisti (5!!) ci rispondono che non sanno dove sia la strada e che è inutile mostrargli la mappa (noi backpackers previdenti avevamo tutti la mappa) che tanto non ci sanno arrivare. Alla fine i seguenti 3 si mettono d’accordo, uno coraggiosamente cercherà la strada e gli altri lo seguiranno. Io e una viaggiatrice americana saliamo su quest’ultimo taxi e vista la nostra difficoltà a far entrare i bagagli nel taxi, che aveva pure il bagagliaio incastrato e quindi inutilizzabile, ci insulta e poi lancia le valigie in modo abbastanza rabbioso nell’auto. Io e l’americana ci auguriamo sottovoce di arrivare intere a destinazione.

Quando racconto questo alla mia amica Jackie, che vive qui da 6 anni mi dice che in effetti questi problemi con i tassisti capitano spesso qui. Io prendo nota e da quel giorno circolo solo col tram.

In compenso, il giorno seguente, sono stata ricompensata della fatica con un bellissimo tramonto: una luce dorata, splendida, illuminava Federation Square e veniva amplificata dai mattoni gialli della vicina Flinders Station. Ho scoperto dopo che almeno in autunno questa luce dorata è abbastanza tipica qui. Una ragione di più per innamorarsi di questa città.

59c54cf2124c9de7cf004562e52036cc?s=400&d=mm&r=g

A proposito dell\\\\\\\\\\\\\\\'autrice

lonelytraveller

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Previous post Viaggiare con lentezza
Next post Viaggiare con lentezza / parte 2a